I moscerini in casa possono essere molto fastidiosi, ma liberarsene non è sempre difficile. Se ci si chiede come eliminare i moscerini, infatti, è utile sapere che esiste una serie di valide soluzioni, alcune delle quali completamente naturali, perfette per raggiungere l’obiettivo e disfarsi una volta per tutte da questi piccoli ma insidiosi insetti.

Chi sono questi misteriosi moscerini?

Andiamo con ordine e, prima di capire come combatterli, scopriamo insieme da dove arrivano e perché spesso li troviamo in casa nostra.
C’è da dire, innanzi tutto, che il tipo di moscerino più diffuso, facile da trovare in cucina, è la Drosophilia Melanogaster, ovvero il “moscerino della frutta“.
Il suo nome non sorprende, perchè questi insettini sono particolarmente attratti da frutta matura o marcescente, così come dagli altri alimenti in decomposizione. È qui che essi possono deporre le proprie uova e proliferare indisturbati.
Il moscerino della frutta, infatti, ha una vita molto breve (due o tre settimane), si riproduce una sola volta, ma depone tantissime uova.

Da dove vengono i moscerini?

Prima di capire come eliminare i moscerini, è importante considerare il loro punto di partenza. Oltre a trovarsi in frutta e verdura mature, infatti, esistono tanti altri posti, presenti quotidianamente in qualsiasi casa, che possono costituire un punto di origine per le colonie di insetti.
Stiamo parlando, per esempio, dell’acqua stagnante in sottovasi di piante o nelle ciotole degli animali domestici, ma anche delle pattumiere per la raccolta dei rifiuti, soprattutto se non svuotate con regolarità.
Il primo passo da fare per liberarsi dei moscerini, quindi, sarà accertarsi che non sussistano queste condizioni, perfette per la proliferazione degli insetti.

Vedi anche  Blatta Orientalis o Scarafaggio Nero

Come prevenire un’infestazione di moscerini

Alla luce di quanto detto, per eliminare da soli i moscerini si raccomanda di tenere sempre frutta e verdura in un posto inaccessibile, preferibilmente in frigorifero. In alternativa, si devono comunque prediligere i luoghi non facilmente raggiungibili dagli insetti e si dovrebbero usare contenitori sigillati.

Se si nota la presenza di acqua stagnate, bisogna svuotare i contenitori, se possibile. Se, invece, si tratta di ciotole per cani o gatti, è opportuno spostarli in un ambiente dove non sia presente anche del cibo.
Bisognerebbe controllare i bidoni dei rifiuti e, addirittura, il sacchetto stesso, accertandosi che sia ben posizionato e chiuso con un coperchio, così che i moscerini non riescano a entrare. Se ci si trova in un comune in cui è attivo il servizio di raccolta porta a porta e si ha la necessità di gettare avanzi di cibo, nell’attesa che arrivi il giorno prestabilito è consigliabile tenere i sacchetti, accuratamente sigillati, lontano dal cibo presente in casa, preferibilmente in un luogo aperto, come un balcone o un terrazzo, per evitare l’insorgenza di cattivi odori.

La pulizia è una componente importante nell’eliminazione dei moscerini, perchè se non si rimuovono tutti eventuali residui di alimenti è più probabile che si avvicinino fastidiosi insetti. Sarebbe da evitare, quindi, lasciar formare pile di piatti sporchi e depositarle nel lavello per troppo tempo. Lo stesso discorso vale per i piani di lavoro, che si deve avere l’accortezza di pulire da eventuali briciole, granelli di zucchero e altri residui.

Anche le piante marce potrebbero costituire una condizione favorevole per la crescita delle colonie di moscerini. È opportuno, infatti, prendersene cura, rimuovendo immediatamente le parti rovinate e assicurandosi di non dare loro troppa acqua, soprattutto se il terreno non è particolarmente drenante. L’umidità, infatti, può diventare una vera e propria nemica per chi cerca di comprendere come eliminare i moscerini.
Tutti questi accorgimenti non solo sono utili a liberarsi dalle infestioni, ma aiutano anche a prevenirle.

Vedi anche  Quanto costa una disinfestazione?

Quando il problema è più grande…

Se l’infestazione è più consistente, non basta intervenire con la praticità, ma occorre ricorrere a una disinfestazione professionale tecniche specifiche e di più rapida efficacia.

Metodi per allontanare il rischio di infestazione

Giochi di riflessi

Una delle tecniche più semplici consiste nell’imitare una pratica molto diffusa nei mercati del Medio Oriente, ovvero nel riempire dei sacchetti da freezer con acqua e appenderli nelle zone frequentate dai moscerini. Sembrerebbe, infatti, che i riflessi generati dai sacchetti saranno confusi per enormi ragnatele e inibiranno gli insetti dall’avvicinarsi.

Profumi irresistibili

I moscerini sono amanti di alcuni odori e sapori. L’aceto di mele, in particolare, sembrerebbe attirarli molto e potrebbe aiutare a creare delle trappole fai da te. Una di queste prevede il riempimento di un recipiente con aceto di mele, appunto, acqua e un po’ di sapone per piatti. Coprendolo con della pellicola trasparente forata, i moscerini entreranno nella trappola attratti dall’aceto, ma non riusciranno più a uscire, bloccati da sapone e pellicola.

Odori insopportabili

Se alcuni odori sono irresistibili, altri sono fatali per i moscerini che, per esempio, non sopportano il profumo della menta o del basilico. Una piantina basterà a tenerli lontani.
In alternativa è possibile preparare un decotto, facendo bollire acqua e foglie, da aggiungere a comuni prodotti contro la polvere e da spruzzare per allontanare gli insetti.

I prodotti sul mercato

Ancora più semplice delle precedenti, un’altra soluzione prevede l’utilizzo di carta adesiva moschicida cosparsa di zucchero. Il rimedio potrebbe portare alla cattura di moscerini e altri insetti in pochissimo tempo.
Lo stesso discorso vale per i tradizionali insetticidi disponibili sul mercato, da usare sempre seguendo le istruzioni e da considerare come una soluzione una tantum.

Come eliminare i moscerini
 
 
CHIAMA SUBITO 329 4123170
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno 329 4123170